La giornata mondiale della disabilità

Mostrare la diversità attraverso il linguaggio cinematografico

SLEEPING WONDER un cortometraggio realizzato con e per le persone disabili.
Un progetto integrato tra un’associazione dedita alla cura ed alla qualità della vita dei disabili e delle loro famiglie, Amici del Tesoro, e un centro di produzione teatrale e cinematografico, Ippogrifo Produzioni.

Da alcuni anni Alberto Rizziregista e drammaturgo veronese, conosce e collabora con gli Amici del TesoroAlberto ha realizzato con loro e per loro diversi laboratori integrati di teatro che si sono sempre conclusi con spettacoli teatrali che hanno coinvolto i “Tesori”, i ragazzi disabili dell’associazione, i parenti e amici dei ragazzi e i volontari sostenitori in una modalità di lavoro integrato tra disabili e normodotati.

Alcuni anni fa grazie alla lungimiranza di Carlo Boscaini, fondatore di Amici del Tesoro alla cui memoria il film Sleeping Wonder – Short Movie è anche dedicato, e alla dedizione di Rita Marchiori, volontaria dell’associazione, è nata l’idea di produrre un film sostituendo quindi la produzione di uno spettacolo teatrale di “fine anno”. Rispetto alla estemporaneità innata al teatro, il film sarebbe “rimasto” e avrebbe potuto continuare ad echeggiare un messaggio di solidarietà e amore senza concludersi nell’arco di un’unica serata.
Alberto ha accolto la proposta scrivendo, come suggerisce il titolo, un film onirico e non documentaristico. Tema del cortometraggio che Alberto ha immaginato e scritto è sì la disabilità, ma intesa come diversità: una diversità che caratterizza e contraddistingue ogni singolo individuo rendendolo unico e speciale.

La realizzazione di un film in modalità integrata è risultato un processo lento e complesso, ma per nulla difficile. Il lavoro di laboratorio congiunto tra l’associazione Amici del Tesoro (onlus dedicata ai ragazzi disabili e alle loro famiglie) con Ippogrifo Produzioni (centro di produzione indipendente di cinema e teatro) ha valorizzato le risorse e le competenze di ogni elemento coinvolto nel progetto risultando a tutti gli effetti in primo luogo un grande laboratorio di inclusione.

Il laboratorio ha portato a scoprire il messaggio chiave del film tramite un brain storming collettivo tra gli stessi disabili, i volontari e gli Ippogrifi: il vero disabile è colui che non riesce ad amare.

Ma la ricerca e la collaborazione non si è conclusa qui: ogni quadro di Sleeping Wonder racconta in modo poetico e indiretto le più grandi paure dei “Tesori”. Paure che statisticamente coincidono con quella della maggior parte dei disabili (e dei bambini): il buio, la notte, l’acqua, il perdersi, l’altro, la perdita dei genitori. Ognuna di queste paure è stata tradotta fascinosamente in location per una delle scene del corto, portando i “Tesori” a compiere un lavoro per affrontarle: parlandone in primo luogo, affrontandole secondo poi. Sono stati quindi realizzati incontri e laboratori specifici per affrontare ognuno di questi piccoli grandi ostacoli per arrivare poi a poter portare i “Tesori” sul set. Una vittoria individuale e collettiva che ancora oggi, a quasi due anni dalle riprese, emoziona sia i ragazzi che i volontari. Sono state vinte grandi sfide grazie a queste modalità di lavoro integrato e inclusivo, raggiungendo gradi di confidenza e di autostima che hanno superato ogni più rosea aspettativa.

Ultimo punto cardine dell’operazione cinematografica era la riflessione sul Dopo di Noi, focus dell’attività di Amici del Tesoro che ha appena inaugurato La casa di Carlo (Boscaini, ndr). La scena finale di Sleeping Wonder che viene interpretata con delicatezza e emozione da Cesar Brie.

Sleeping Wonder è infatti un cortometraggio che porta sullo schermo non solo gli Amici del Tesoro e Ippogrifo Produzioni, ma che può vantare la partecipazione di quotati e noti attori del mondo teatrale e cinematografico: hanno aderito al progetto con slancio ed entusiasmo il già citato Cesar Brie e: Lino Guanciale, Ida Marinelli, Alessandra Faiella che affiancano Chiara Mascalzoni, prima attrice di Ippogrifo e protagonista del film. Coprimari i ragazzi degli Amici del Tesoro: Diego, Angelo, Andrea e molti altri.

© Ippogrifo Produzioni Tutti i diritti riservati, non è permessa alcuna riproduzione non autorizzata. Copywriting by Alberto Della Rossa. Web Design by ZETA

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi